Ma dov’è che accade questa strana storia che mi conti?

cd_cop1“Ma dov’è che accade questa strana storia che mi conti?” chiede l’immaginario ascoltatore, e la risposta arriva attraverso una citazione di Carlo Levi dal suo Cristo si è fermato a Eboli“Nell’altro mondo dei contadini, dove non si entra senza una chiave di magia.”  Questo dialogo e queste storie si trovano nel racconto “Ti porterò gli odori della terra”, titolo che a sua volta è una citazione di Rocco Scotellaro, al quale è dedicato il racconto lucano del libro L’erba dagli zoccoli, e che insieme a Rocco Scotellaro, è dedicato anche al bracciante di Montescaglioso Giuseppe Novello.

 “Ma dov’è che accade questa strana storia che mi conti?” è anche l’inizio della canzone che abbiamo titolato Scagliosa, l’ultima nata dalla collaborazione con Silvano Staffolani, e con cui Silvano ha chiuso domenica scorsa la nostra parte di serata al Festival delle Terre. Io avevo introdotto Silvano recitando la poesia Montescaglioso, che Rocco Scotellaro scrisse per Vincenza Castria, la vedova di Giuseppe Novello.

111È sempre un piacere avere l’occasione di leggere un po’ delle storie contenute nel libro, condividerle con chi ci ascolta e farle accompagnare dalle canzoni che in questi ultimi mesi abbiamo composto.

Trovandoci al Festival delle Terre, in apertura ho voluto dedicare le letture e le canzoni alle terre marchigiane martoriate dal terremoto, una tragedia che non finisce con il finire delle scosse, che tra l’altro ancora continuano, ma è una tragedia che inizia proprio da quel momento e poi ha un impatto che colpisce in profondità e si ripercuote sul futuro di queste terre. Poi sono seguite le letture dal libro e le canzoni dedicate ai contadini di sempre, di ieri con le loro lotte e di oggi con la loro tenacia.

Domenica per la prima volta io e Silvano siamo anche riusciti a fare ascoltare insieme tutte le sei canzoni fino ad ora composte e che per l’occasione, un po’ come un piccolo regalo di Natale, abbiamo raccolto in un CD e distribuito insieme al libro. Ma abbiamo anche un creato uno spazio in rete, così chi non ha occasione di incontrarci ma è curioso di ascoltare e tenerle, può scaricarle liberamente e poi comporre da solo il CD; nel file troverà anche la copertina: andate qui per il free download.

Sulle altre pagine di questo blog, racconto un po’ di come sono nate le canzoni e dei brani che compongono l’intero CD.

E infine, un motivo ulteriore di piacere l’ho avuto dal fatto che tra i film partecipanti al festival, una menzione speciale l’ha avuta DERT, film a cui mi sento molto legato, di Mario e Stefano Martone e a cui ha collaborato l’amico Mario Boccia, e poi dal fatto chi il premo del pubblico è andato a I VAJONT,  di Maura Crudeli e Lucia Vastano, a cui ugualmente mi sento molto legato, per le volte che ho avuto occasione di partecipare alla veglia notturna su alla diga del Vajont. Cito innanzitutto gli amici, per la vicinanza, ma dal programma che ho scorso mi pare che siano stati davvero tanti i film che hanno arricchito il festival.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...